Santuario N.S. Montallegro

Riflessioni sul Vangelo giovedì 1 novembre

I Santi hanno pianto, eppure non hanno smesso di gioire. Oggi non festeggiamo gente che ha avuto una “vita giusta”, ma amici che hanno avuto una vita qualunque, sapendola però guardare dalla giusta prospettiva. I Santi hanno pianto, ma di quelle lacrime hanno fatto un fonte battesimale, in cui il loro nome nemmeno per un istante ha smesso di essere pronunciato con amore. Perché Santità è rabdomanzia di gioia e gioia sei TU che mi parli.  

 
+ Vangelo di San Matteo [5,1-12a]

In quel tempo, vedendo le folle, Gesù salì sul monte: si pose a sedere e si avvicinarono a lui i suoi discepoli. Si mise a parlare e insegnava loro dicendo: «Beati i poveri in spirito, perché di essi è il regno dei cieli. Beati quelli che sono nel pianto, perché saranno consolati. Beati i miti, perché avranno in eredità la terra. Beati quelli che hanno fame e sete della giustizia, perché saranno saziati. Beati i misericordiosi, perché troveranno misericordia. Beati i puri di cuore, perché vedranno Dio. Beati gli operatori di pace, perché saranno chiamati figli di Dio. Beati i perseguitati per la giustizia, perché di essi è il regno dei cieli. Beati voi quando vi insulteranno, vi perseguiteranno e, mentendo, diranno ogni sorta di male contro di voi per causa mia. Rallegratevi ed esultate, perché grande è la vostra ricompensa nei cieli».
SANTUARIO N.S. MONTALLEGRO Via al Santuario, 24 16035 Rapallo (GE)
Tel. 0185 239000   info@santuarionsmontallegro.com

© Proprietà letteraria e artistica del Santuario di N.S. di Montallegro.
E' vietata la riproduzione anche parziale con qualsiasi mezzo effettuata.