Santuario N.S. Montallegro

Storia di Montallegro

“In materno ricambio della sollecitudine con cui clero e fedeli s’adoperavano ad onorarLa, la Madre di Cristo continuava a profondere a larghe mani doni e grazie”.


A Rapallo nel XVI secolo gli animi divisi erano reciprocamente ostili. Le sue due vie principali lo documentavano, quasi lo urlavano: l’una era diventata via dei Guelfi, l’altra via dei Ghibellini: e le due famiglie patrizie dei Bianchi e dei Della Torre capeggiavano le due fazioni. E sangue fraterno le tingeva spesso.

Dopo l’avvio del culto mariano a Montallegro, nella Città sottostante fu pace. Perciò, già pendevano dalle pareti del Santuario ancora fresco di calce numerosi “ex-voto”.

“Delle sante Immagini o Ritratti di questa N.S. di Montallegro, nel distretto di Rapallo, non vi è convento di religiosi, o famiglia di secolari, che non tengano con venerazione due o tre in casa: la portano navigando molti vascelli per fida scorta sopra le poppe: Ne spiccano non poche nelle facciate dè palazzi, sopra le porte delle case, nelle cantonate, nelle mura dè giardini, per le vie, in città, suburbi, ville e territori, con vaghi motti”. (Gio.Molfino - storico - 1688)


La “Tavoletta” diventa punto di riferimento per tutti, anche per chi vive lontano da Rapallo. Perfino le persone detenute e torturate nelle prigioni invocano con accenti strazianti la Signora del Monte.

Il Borgo di Rapallo nel XV secolo

L’anno 1557 fu per l’Italia, infelicissimo. Divenuta campo di battaglia tra francesi, spagnoli e imperiali, essa era afflitta dai mali che gli eserciti stranieri solevano portare con se, peste e carestia, oltre spavento e sangue...

L´Evento

Il 2 luglio 1557 la Santissima vergine appare al contadino Giovanni Chichizola di Canevale e chiede di essere venerata in quel luogo e che lì sia eretta una chiesa.

La tradizione Popolare

Il ritrovamento del quadretto assume nella tradizione popolare una versione solenne e suggestiva...

La sparata dei ragazzi

Al passaggio del Quadretto che entra ormai trionfalmente in Città, i ragazzi del tempo quasi profeti di una nuova stagione di pace e prosperità che sta per venire, accolgono “rumorosamente” la Sacra Immagine con lo sparo di mortaretti a

Il voto del Ragozzeo

Un fatto accaduto 17 anni dopo il Ritrovamento della “Tavoletta” rivela ai Rapallesi la provenienza dell´Icona di Montallegro.

La Peste e il voto della Comunità

Negli anni 1579-80 la Liguria è investita dalla peste che miete quasi centomila vittime ma Rapallo ne è miracolosamente preservata...

SANTUARIO N.S. MONTALLEGRO Via al Santuario, 24 16035 Rapallo (GE)
Tel. 0185 239000   info@santuarionsmontallegro.com

© Proprietà letteraria e artistica del Santuario di N.S. di Montallegro.
E' vietata la riproduzione anche parziale con qualsiasi mezzo effettuata.