Santuario N.S. Montallegro

INCONTRO DEL 5 GENNAIO 2013

 

L'AMICIZIA

E un giovane disse: Parlaci dell' Amicizia.
Ed egli rispose:
L'amico è il vostro bisogno corrisposto.
È il campo che seminate con amore
e mietete rendendo grazie.
È la vostra mensa e il vostro focolare;
perché a lui giungete affamati e in cerca di pace.
Quando l'amico vi dice quel che pensa,
non abbiate timore di dire il no, o il si,
che sono nella vostra mente.
E quand'è silenzioso, il vostro cuore non cessi
di ascoltare il suo cuore;
giacché nell'amicizia, senza parlare,
tutti i pensieri e desideri e aspettative
nascono e vengono condivisi
con gioia non acclamata.
Quando lasciate l'amico, non rattristatevi;
perché ciò che di più amate in lui
può sembrarvi più chiaro durante la sua assenza,
come la montagna allo scalatore
appare più nitida dal piano.
E fate che nell'amicizia non vi sia altro fine,
se non l'approfondimento dello spirito.
Poiché l'amore che cerca una qualunque cosa
che non sia la rivelazione del proprio mistero
non è amore, ma una rete gettata in avanti:
e si piglia solo ciò che è senza profitto
e che il meglio di voi sia per l'amico vostro.
S'egli deve conoscere il riflusso
della vostra marea,
fate che ne conosca pure il flusso.
Poiché, che amico è mai il vostro
che lo dobbiate cercare nelle ore d'ammazzare?
Cercatelo sempre nelle ore da vivere.
Giacché è il suo bisogno
a colmare il vostro bisogno,
ma non il vostro vuoto.
E nella dolcezza dell'amicizia
fate che vi siano risate e piaceri condivisi.
Perché è nella rugiada delle piccole cose
che il cuore trova il suo mattino e si ristora.
                                      
L'AMICO E'....
L'amico è l'altra parte di me
E' colui che mi sostiene senza giudicare
E' colui che mi rimprovera senza accusare
E' colui che mi ascolta senza guardare il tempo
che passa
E' colui che "prende" le mie paure e le rende innocue
E' colui che affronta i miei problemi
e mi aiuta a risolverli
E' colui al quale io posso aprire il mio cuore,
sicuro della sua comprensione
E' colui col quale posso essere me stesso,
senza maschere per nascondere
i miei pensieri più profondi
E' colui che mi prende per mano
e mi conduce su una strada sicura
E' colui di cui posso fidarmi ciecamente
E' colui che non ha timore di affrontarmi
E' colui la cui onestà è superiore alla mia,
perché dice, apertamente e senza remore,
per il mio bene
E' colui che sa guardarmi con gli occhi del cuore
E' colui per il quale io, sono un altro se stesso
E' colui che sa amarmi così come sono,
ma che fa di tutto perchè io possa essere migliore
L'amico è colui che perdonandomi, aiuta me,
a perdonare me stesso
L'amico è "fedeltà" perchè ti ama senza riserve
e senza "ma". L'amico è "pazienza" perchè ti aiuta
a vedere lontano
L'amico è "gioia" perchè rende grandi le piccole cose
L'amico è "fiducia" perchè sa "dare vita" allo spirito
L'amico è misericordia perchè ha origine
dalla Misericordia infinita di Dio
L'amico diventa "la preghiera" vivente,
continua e benedicente a Dio
La sua esistenza, vicinanza, sostegno,
rende palese sulla terra la presenza,
l'accoglienza, l'aiuto stesso di Dio.
che si rende presente nell'uomo
L'amico è una lacrima d'amore
che Dio ha lasciato cadere sulla terra.
 
SANTUARIO N.S. MONTALLEGRO Via al Santuario, 24 16035 Rapallo (GE)
Tel. 0185 239000   info@santuarionsmontallegro.com

© Proprietà letteraria e artistica del Santuario di N.S. di Montallegro.
E' vietata la riproduzione anche parziale con qualsiasi mezzo effettuata.